C Gold – Play Out: Modena raggiunge la salvezza

La PSA vince gara 3 con il Pontevecchio e ottiene ancora una volta una meritata salvezza sul campo. I ragazzi di coach Spettoli hanno il merito di crederci fino in fondo e di non mollare mai nonostante l’avvio non sia certamente dei più incoraggianti. Dopo il primo vantaggio, 4 a 3 con due canestri di Storchi e Saccà, i bolognesi prendono in mano le redini del gioco, 9 a 4 con un gioco da 3 punti di Galassi. Modena ha un sussulto e con la tripla di Frilli impatta sul 9 pari dopo 6’ di gioco, ma sono i bolognesi che hanno l’inerzia del gioco dalla loro parte, grazie ad una buona circolazione di palla raggiungono la doppia cifra di vantaggio ad una manciata di secondi dalla prima sirena e solo i 3 punti del capitano Storchi, canestro più fallo, fanno si che il divario della prima frazione e solo di 7. Il canestro di Saccà ad inizio secondo quarto illude il numerosissimo pubblico delle Ferraris, Pontevecchio infatti trova canestro da ognuno dei suoi e scappa fino al massimo vantaggio di  + 12, aiutato anche dai troppi errori soprattutto da distanza ravvicinata dei modenesi. Nel momento della difficoltà però si accendono i tifosi modenesi, che a gran voce incitano la PSA, e i ragazzi in campo rispondono prontamente. Un canestro di Fiore interrompe un digiuno che durava da più di 4’, Cervellati prima e Storchi subito dopo per il – 6 che accende letteralmente gli spalti delle Ferraris. È Modena adesso a tenere saldamente in mano le redini del gioco, i bolognesi soffrono la zona schierata da Spettoli, e 4 punti ancora di Storchi e Cervellati chiudono la prima metà del match con gli ospiti ancora in vantaggio ma di solo due lunghezze. Dopo la pausa ci prova Bergami con due triple a spegnere gli ardori modenesi, ma Saccà prima e 4 punti di Storchi dopo, tengono in scia la PSA che impatta sul 38 a 38 con 3 punti di un ottimo Grazzi. La tensione per la posta in palio è altissimo e per ben 2’ nessuna delle due squadre trova il fondo della retina. Ancora una volta è l’esperienza di Storchi a rompere il digiuno dell’attacco modenese, e subito dopo si scatena Alessandro Saccà, che mette a referto 10 punti in soli 4’, un vero incubo per la difesa del Pontevecchio che affronta gli ultimi 10’ sotto di 14. Le Ferraris diventano un autentica bolgia, i fan PSA sostengono a gran voce i propri ragazzi, bravi a tenere a distanza di sicurezza i bolognesi che nel finale trovano con due triple, prima con Bergami e subito dopo con Buriani, i punti della speranza. Sempre Buriani è lesto a recuperare una palla nell’area modenese e realizzare il canestro del – 5 con 44” ancora da giocare. Ma Modena stasera è sicura di se, prima Frilli e poi Bianchi dalla lunetta non sbagliano nulla chiudendo la serie sul 67 a 58. Una bella PSA davanti a più di 400 spettatori, vince e mantiene la categoria con merito, sottolineando la valenza del progetto PSA e di come, guardando il pubblico di stasera e di tutta la stagione, a Modena ci sia tanta voglia di pallacanestro.

PSA Modena – Pol. Pontevecchio  67-58  (14-21; 26-28; 55-41; 67-58)

PSA: Vivarelli; Grazzi 5; Bianchi 9; Cervellati 4; Tamagnini; Frilli 2; Storchi 15; Gamberini; Fiore 2; Saccà 27; Brilli; all. Spettoli

Pontevecchio: Varotto 3; Galassi  8; Brancaleoni 2 ; Torriglia 4; Mantovani 5; Minerva 2; Ranocchi 4; Bergami 16; Buriani 14; Vetere; all. Angori

Arbitri: Abbassi e Paglialunga
T.L.: PSA 8/12 – PV 6/10
Spettatori: 440