C Gold: Modena fatica contro la Salus (58-67)

cervellati modena salisPrima sfida casalinga per la PSA nel girone di ritorno per la PSA. Alle Ferraris arriva la Salus Bologna, una delle big del campionato.

Partono meglio gli ospiti che volano 7-2 costringendo coach Spettoli al timeout dopo appena 120 secondi. Reazione PSA marchiata da Saccà che sfodera un primo quarto da 10 punti e 8 rimbalzi e riporta a contatto Modena. Tanta intensità ma anche tanta confusione negli ultimi minuti del quarto con errori su ambo i lati che tengono basso il punteggio. Modena avanti 12-11 al primo intervallo.
Sul fronte offensivo migliorano le cose nel secondo periodo, si accende capitan Storchi che firma dalla lunetta il +7 per i padroni di casa sul 26-19.
Una tripla di Nucci a fil di sirena fissa il punteggio alla pausa lunga sul 28-26 per la PSA.
Modena tira meglio ma ha già perso 15 palloni dopo 20 minuti mentre la Salus paga il 23% dal campo con 10 canestri su 43 tentativi.
Grande equilibrio anche nella terza frazione, i bolognesi aggiustano la mira e mettono il naso avanti toccando anche il +4 ma un gioco da 5 punti (tripla di Frilli + fallo subito lontano dalla palla da Saccà) riporta davanti Modena. Lugli in contropiede a pochi secondi dalla sirena trova il layup che porta la squadre all’ultimo mini riposo sul 45 a 43 per la Salus.
Le energie dei ragazzi di casa sono agli sgoccioli, per qualche azione nessuno segna, Fimiani trova la tripla di tabella allo scadere dei 24, Lugli ne segna un’altra dopo un’azione parecchio confusa e la Salus vola a +9 a metà periodo complice anche un tecnico a Saccà.
Parma riscatta un opaco primo tempo e mette i canestri chiave dell’allungo definitivo per i ragazzi di coach Giuliani che si aggiudicano l’incontro 67-58, con Brilli e Tamagnini che nei secondi finali riportano il divario sotto la doppia cifra.
I due punti prendono dunque la strada di Bologna al termine di una partita molto fisica e spigolosa caratterizzata da tanti contatti e pochi canestri.
Per la PSA il rammarico di aver pagato un roster meno profondo e la stanchezza nel finale di alcuni elementi chiave, ma al tempo stesso la consapevolezza di essersela giocata fino alla fine contro una squadra costruita per i piani alti della classifica. La testa va ora ai prossimi incontri, Modena giocherà a Imola domenica 5 prima di ospitare il fanalino di coda Pontevecchio il giorno 12 mentre Salus ospiterà Gaetano Scirea.

 

PSA MODENA – SALUS PALL. BOLOGNA 58-67   (12-11 ; 16-15 ; 15-19 ; 15-22)

MODENA: Vivarelli, Grazzi ne, Bianchi 4, Cervellati 2, Tamagnini 2, Verrigni 12, Frilli 5, Storchi 15, Gamberini ne, Fiore, Saccà 16, Brilli 2. All. Fabio Spettoli

SALUS: Savio 7, Fimiani 6, Amoni 5, Nucci 11, Percan 13, Granata, Zanoni, Lugli 11, Parma Benfenati 6, Trentin 8. All. Gabriele Giuliani

Arbitri: Monni Federico di Modena (MO), Ferrari Gianluca di Castelfranco Emilia (MO)