grazie lo stesso ragazzi

Campionato Under 17 regionale – Playoffs – Quarti – Gara 2

Gallo, Palestra Comunale – domenica 31 maggio 2015

GALLO BASKET “A” – VIS 2008 FERRARA 77 – 52

Parziali: 12/12 – 15/16 – 27/17 – 23/7

Vis 2008: Dioli 20, Tamisari 8, Amadori 6, Ebeling 6, Baraldi A. 4, Barcaro 4, Liboni 4, Battaglia, Filieri, Magri, Stella, Trombini. -All.Maione F. – vice Benetti S.

Grazie lo stesso ragazzi, ci avete provato, ci avete regalato una bellissima partita e un campionato eccellente, siete stati commoventi e vi siete commossi per la delusione, siete un gruppo splendido, affiatato, di veri amici.
Onestamente oggi di più non si poteva fare.
Riconosciamo sportivamente la superiorità di Gallo, che ci ha battuto 4 volte su 5, che ha ottimi giocatori che vedono il canestro, che difendono forte e con la giusta malizia. Auguriamo ogni bene ai nostri avversari per la Final Four di Reggiolo: difendono l’orgoglio del basket ferrarese e facciamo il tifo per loro.
Però ragazzi, che sfiga ! Lo possiamo dire…o no ?
Abbiamo la missione di recuperare 7 punti di svantaggio, partiamo carichi a molla, sei a zero in un amen, Tatu c’è, in tutti i sensi, la squadra lo segue, Pippoinzaghi Dioli è in serata di grazia ma poi – zac ! – il destino, il nostro sfigatissimo karma ci colpisce al cuore, pardon alla caviglia di Tatu, che cadendo su un rimbalzo difensivo si gira e adieu, gara finita, nonostante un generoso tentativo di rientro, subito rinunciato anche per non procurare danni peggiori. Eravamo a più 2, in piena partita ma così è la vita, così è il basket (come direbbe il mitico Big Aldo Giordani).
Nando in panchina non riesce neppure ad imprecare: ci guardiamo negli occhi e quello sgardo non me lo scorderò mai.
Eppure la reazione dei ragazzi a questo trauma è splendida, la squadra è compatta, difende forte come non mai, in attacco ci affidiamo a Federico Dioli, che sveste i panni del rapinatore d’area (Pippoinzaghi) e si porta la squadra sulle spalle: eppure anche lui ha subito una forte botta proprio sulla spalla destra, a fine gara non riesce a muovere il braccio e finchè è caldo vede il canestro alla grande e molto ben supportato dal BaraRambaldi, da un Filieri semplicemente commovente nell’abnegazione difensiva, da un Libo versione lusso, ci trascina a un clamoroso più uno all’intevallo (27/28).
Qui però la Vis ha finito la benzina, il riposo non ci giova ed al rientro giochiamo con la spia della riserva accesa: Tami ci porta in dote un buonissimo terzo quarto, unitamente al grande lavoro del Capitano BigEdo, all’ultimo scampolo di Tatu, agli ultimi canestri di Fede Dioli, all’energia di Ama. Siamo a meno 9 (54/45) e qui finisce la nostra storia.
Proprio il Barba (Frenci Ama) è l’unico a trovare il canestro negli ultimi dieci minuti di pura passione: Gallo vola via, il divario si amplia ben oltre quella che è la reale differenza tra le squadre.
E’ stata una stagione di sport splendida, una bellissima esperienza umana: i ragazzi e lo staff tecnico (i mitici Nando e Mone) meritano il nostro plauso incondizionato.
Se il buon Dio vorrà, a risentirci.

The (broken) Iceman