il gallo non canta contro gli under 17 regionale biancazzurri

Campionato Under 17 regionale – Girone F – 9° giornata di ritorno

Gallo – Palestra Comunale – sabato 28 febbraio 2015

GALLO BASKET “A” – VIS 2008 FERRARA 74 – 85

Parziali: 18-19 / 19-27 / 13-20 / 24-19

Vis 2008 Ferrara: Tamisari 26, Ebeling 25, Stella 13, Baraldi A. 12, Barcaro 7, Dioli 2, Amadori, Balboni, Baraldi F., Filieri, Magri, Trombini. All.re Maione F. – Vice all.re Benetti S.

“Dum loquimur fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero.” (Quintus Horatius Flaccus – 65 a.C – 27 a. C.)

Ultimo giorno di febbraio, ultima gara del campionato prima della fase ad orologio e siamo al radde rationem: la Vis del potente duo Maione Benetti viaggia verso Gallo, per affrontare il team “A” ovvero la squadra sin qui imbattuta ma che dista solo due punti in classifica. Ci sarebbe pure da ribaltare il ventello subito all’andata ma la missione vera è capire se la versione 2.0 quella rinvigorita dal micidiale addendum di Tatu Ebeling possa stare in partita contro avversari che all’andata ci avevano triturato.

I ragazzi sono concentrati e carichi a dovere, traspare una sana tensione prima del salto a due ma l’avvio è assolutamente confortante, 2-11 dopo pochi minuti frutto di grande applicazione in difesa, dove la scelta maioniana è chiara ovvero attendere gli avversari a metà campo memori delle micidiali folate concesse all’andata. In attacco ci affidiamo alle penetrazioni del BaraRambaldi mentre Tatu litiga con il canestro e fatica a trovare ritmo. Tami è caldo come l’asfalto in un soleggiato meriggio agostano e trascina i compagni alternando accelerazioni e tiri da tre, chiudendo un primo tempo irreale a quota 22 punti.

Gallo c’è eccome, rientra in gara sia a fine primo quarto che a metà del secondo sempre sul meno uno ma non riesce ad operare il sorpasso, nonostante l’eccellente performance offensiva di Dabellonio (che chiuderà col trentello); iniziano le rotazioni dal pino ma la Vis trova buonissima energia difensiva da tutti i ragazzi. Sugli spalti la torcida vissina la fa da padrona, gasata dalla bellissima prova dei propri pargoletti.

Più nove a metà gara 37-46 e dopo il corroborante the caldo condito dalle parole al miele del coach nel segreto del locker room, Tatu decide di mettersi in proprio e prende la staffetta dell’attacco dal buon Tami, molto ben coadiuvato da un Nick Star che ben conosce il segreto del gioco cioè cacciarla nel sacco e dall’energia a rimbalzo di un commovente Big Edo, un Capitano c’è solo un Capitano, a lottare da par suo contro il totem Vicini. Ma è la Vis tutta a commuovere per impegno ed abnegazione. Sulle triple di Star voliamo due volte a più sedici e nella mente del coach, oltre ai pensieri di cosa mangiare per cena, comincia a balenare anche il perverso pensiero della remuntada.

La tensione sale, qualche fischio genera tensione, coach Pandev Maione spende un tecnico per avere parità di trattamento (ma l’arbitraggio onestamente non è dispiaciuto nel complesso) e Gallo non ci sta, lotta in maniera commovente, si attacca al tiro da fuori per difendere la differenza canestri contro un Tatu che ormai tracima, non solo in attacco ma anche con stoppate a ripetizione a difesa del pitturato.

E’ fatta, la Vis vince con pieno merito ma anche Gallo esulta per aver mantenuto, seppur a pari punti in classifica, il primo posto; i nostri ragazzi esultano a centro campo, sotto gli scroscianti applausi di genitori usciti anche loro esausti dall’impegno di un costante incitamento. The Coach rifiata in panchina ma in realtà sta già studiando le alchimie tattiche per ripetere simili imprese nell’orologio.

Il Gallo è primo ma spennato pardon avvisato per il futuro: la Vis coglie l’attimo !

The broken Iceman

Connetti gratis il mondo con la nuova indoona: hai la chat, le chiamate, le video chiamate e persino le chiamate di gruppo.
E chiami gratis anche i numeri fissi e mobili nel mondo!
Scarica subito l’app Vai su https://www.indoona.com/