Terza vittoria consecutiva per gli esordienti Vis

CAMPIONATO ESORDIENTI COMPETITIVO – 4° GIORNATA – sabato 13-12-14 ore 17.00
Palestra Dosso Dossi – Ferrara

Vis 2008 “B” Ferrara: Ozzano 43-32
(parziali:6-3 16 -13 14 -6 7-10)

Berveglieri L., Sfarzi G. 6, Magri R. 4, Statello L. 4, Zanirato G. 6,Cristofori P. 4, Gentili R. 5, Menegatti M. 10, Trevisani T. , Zaghi E, Ricci G 4, Pizzo P.
Terza vittoria consecutiva, per gli esordienti Vis, contro l’Ozzano. Si percepisce subito che non sarà una passeggiata, ma d’altra parte le squadre partecipanti a questo campionato sono tutte di buon livello.
Nel primo quarto i nostri ragazzi faticano a trovare l’intesa, la palla gira poco e i passaggi spesso sono frettolosi e non precisi. Da entrambe le parti si tira poco a canestro e le difese sembrano prevalere sui rispettivi attacchi. Si chiude con un punteggio molto basso: 6 a 3 a favore della Vis.
Nel secondo quarto l’Ozzano recupera portandosi in vantaggio, grazie ad una sequenza di azioni veloci che mettono a dura prova la tenuta della squadra ferrarese. Grazie all’intervento del coach Emanuela Benatti, che registra alcune posizioni in campo dei giocatori, la Vis riprende in mano il gioco chiudendo meritatamente il secondo quarto 22 a 16.
Nel terzo quarto la squadra ospite sembra nuovamente prendere il sopravvento, ma dopo un time out corredato dal forte richiamo del coach, la Vis ritorna con “i piedi per terra”. Dopo la strigliata il quintetto ferrarese riesce ad andare a canestro ripetutamente facendo registrare un parziale di 14 a 6. Il terzo quarto si chiude quindi con un 36 a 22 e la partita sembra essere decisamente in pugno alla compagine vissina, anche se nel Basket nulla è mai detto…
Nell’ultimo quarto si vivono forse le emozioni più intense, in pochi minuti l’Ozzano recupera fino a meno otto. Stesso copione di prima: time out, strigliata e i ragazzi rientrano più concentrati, evitando di perdere palla ingenuamente, tenendo duro in difesa e allargando gli spazi tra i giocatori. La partita termina con un 43 a 32 e con la consapevolezza di avere un gruppo unito, che sa soffrire ma che deve costantemente tenere presenti le indicazioni dalla panchina: testa alta e gioco di squadra! Siamo pronti per la prossima partita.