Under 17 prorompenti e vincenti

Campionato Under 17 regionale – Girone F – 4° giornata andata.
Ferrara – Palestra Dosso Dossi – sabato 8 novembre 2014

VIS 2008 FERRARA – MATILDE BASKET BONDENO 102 – 23
Parziali 27/2 – 30/6 – 20/4 – 25/9

Vis 2008: Tamisari 15, Dioli 14, Magri 14, Stella 13, Amadori 10, Baraldi A. 8, Balboni 6, Barcaro 6, Liboni 6, Baraldi F. 5, Pareschi 4, Filieri 1. All. Maione F. – Vice Benetti S..

“Se sembra facile, è dura. Se sembra difficile, è fottutamente impossibile.” – Arthur Bloch, Teorema di Stockmayer, in La legge di Murphy, 1977

Appassionante, tirata fino all’ultimo, grande lotta in campo: presentandosi puntuali alle 17 i ragazzi di coach Pandev Maione assistono con trepidazione a tutto il secondo tempo del super derby Under 14 tra la nostra Vis e la 4Torri. Come da tradizione familiare la Sig.ra Anna in Maione porta a casa il foglio rosa e costringe il coniuge a fare altrettanto nella sfida che i suoi ragazzi devono affrontare di lì a poco contro Matilde Basket Bondeno, guidata da quella vecchia volpe del parquet di Armandone Po.
Tutto questo per dire che la gara inizia in ritardo, vista la super compressione di eventi cestistici diabolicamente orchestrata dal Presidentissimo Bertelli al PalaCesare: è proprio la presenza del Boss per tutto il primo tempo a spingere la Vis. La truppa ci tiene a fare bella figura nonostante l’impegno relativamente facile e i ragazzi ci danno dentro come implorato dal Coach. Poi Bertelli, in perfetto Boniperti style, abbandona alla pausa lunga sul confortante 57/8.
Rotazioni ampie, spazio per tutti, si corre e si cerca di evitare di difendere in maniera troppo soft, l’approccio è buono, il vantaggio lievita come la famosa torta che il vostro cronista attende dalla suocera del coach: cerchiamo soluzioni nuove in attacco, vogliamo appoggiare di più il gioco sui lunghi in post basso e sfruttare i tagli dal lato debole.
Ogni tanto un canestro avversario, la differenza è notevole, Armando ha da lavorare ma fisicamente Bondeno c’è e soprattutto a inizio ultimo quarto riesce a mostrare bune soluzioni anche in attacco.
Il finale è dedicato alla ricerca ossessiva della tripla cifra, fallita per un nulla proprio a Cento: come in ogni bel romanzo che si rispetta la trama è incredibile. Solo Dave Filieri deve refertarsi e con abile soluzione scenica insacca di tabella l’unico suo punto dalla lunetta, proprio quello dei 100 e del famoso cabaret di paste che i compagni, soprattutto The Captain, attendono con impazienza martedì sera.
Da segnalare la delusione di un Balbo che riesce a commettere solo un fallo (grande Jack, vedrai che presto riapriamo la caccia), l’esordio vincente del vice Simone Benetti, l’unico coach dello staff Vis a poter competere in incazzatura agonistica con l’impagabile Pandev Maione e la volontà di far bene anche in partite come queste di un encomiabile Ama, consolato dal gruppo (che c’è, alla grande) per troppa trance agonistica.
Ed ora, sempre al PalaCesare, attendiamo il passaggio della meteora Dejan, che ha promesso di mettere a cuccia tanti ex compagni.

The Iceman